POLITICA
Mafia Ostia, PD all'attacco: senatore Esposito contro Di Battista
Esposito su Facebook: "Il reggente del clan Spada di Ostia è un fan di Alessandro Di Battista"
L'attacco di Esposito su Facebook

Dopo Matteo Orfini, arriva il senatore dem Stefano Esposito: il PD, sul caso di Ostia passa alla contromossa e decide che la linea – discutibile – per mistificare quanto sta accadendo sul litorale romano sia attaccare a viso aperto il Movimento 5 Stelle. Nel mirino, stavolta, il deputato Alessandro Di Battista.

“Il reggente del clan Spada, Roberto, è un fans [sic] di Alessandro Di Battista, come dimostra la foto che pubblico qui di seguito”, scrive il senatore, che attacca il M5S per non aver espresso solidarietà alla giornalista di Repubblica Federica Angeli. Insomma, dal PD la voce sembra unanime: secondo i dem, il M5S è reo di adottare la stessa linea della mafia. Non ne ha fatto mistero Orfini, non ne fa mistero Esposito.

Eppure, agli occhi del web, i dettagli non sfuggono. Già a Matteo Orfini qualcuno faceva notare che, per la serie tu quoque, anche il PD, fino a qualche tempo fa, chiedeva le dimissioni di Ignazio Marino. Rei anche in casa Renzi di adottare la stessa linea della mafia? Per Esposito, non ci sono dubbi: “Vorrei invitare Di Battista e compagni a riflette sul perché personaggi come Roberto Spada a noi del PD ci minacciano e a voi grillini vi condividono i post sulle loro bacheche [sic]”. Il post di Esposito ha scatenato anche i commenti della stessa Angeli che scrive: “Quando un mese e mezzo fa la giunta Tassone ha presentato un ordine del giorno di solidarietà a me per gli attacchi ricevuti su Fb, i tre consiglieri del 5 Stelle si sono astenuti. Non hanno votato per me”.

Che al tempo del governo Renzi la politica si faccia a colpi di tweet, non è un mistero. E non deve quindi sorprendere che si utilizzi Facebook per creare ‘crisi istituzionali’. Ma l’equazione per cui se un delinquente condivide il post di un politico, allora quel politico sia un delinquente egli stesso, non regge. “Quindi se un mafioso ascolta una canzone di De Gregori significa che il cantante è mafioso?” – commenta ironicamente sulla bacheca di Alessandro Di Battista un utente di Facebook.

Qui non c’entrano le simpatie politiche, qui c’entra l’onestà verso gli elettori, che altri non sono se non i cittadini italiani. Gli stessi che, negli anni, hanno visto proliferare la mafia a Ostia, quando a Ostia il Movimento 5 Stelle non esisteva.


ARTICOLI CORRELATI
Federica Angeli: "Come fanno gli egiziani a comprare le mura di un negozio? I loro sponsor sono quelli che loro chiamano 'napoletani'"
La giornalista di Repubblica che da un anno vive sotto scorta
Una vera battaglia per debellare il fenomeno malavitoso non la vuole iniziare nessuno. Per paura? Per incompetenza?
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Matteo Salvini annuncia una manifestazione della Lega nella Capitale, perché "merita un sindaco più decente", la reazione burlesca della prima cittadina
Data di pubblicazione: 2020-01-28 17:46:33
2
All’origine, nel 1948, fu un baluardo della libertà individuale. Ma la società è cambiata e ci sono ottime ragioni per voltare pagina
Data di pubblicazione: 2020-01-28 10:27:28
1
Il centrodestra domina in Calabria, sparisce il M5S. Ma la crisi della "cultura" progressista non si attenua
Data di pubblicazione: 2020-01-27 10:05:11
2
URNE PER LA XV CIRCOSCRIZIONE CAPITOLINA Il 1 marzo 150mila romani chiamati a votare...lo sapevate?
La votazione annunciata il 17 gennaio sul sito del governo ma probabilmente gli elettori non ne sono a conoscenza
Data di pubblicazione: 2020-01-27 16:22:01
3
"Se vogliamo che la nostra città stia al passo delle altre capitali bisogna accettare i cambiamenti e portare avanti progetti importanti come questo"
Data di pubblicazione: 2020-01-26 14:27:12
4
Le Diesel Euro 6 considerate di punto in bianco vetture inquinanti, crollo immediato delle vendite. A rischio i posti di lavoro di migliaia di famiglie
Data di pubblicazione: 2020-01-28 08:48:18
5
M5S ai minimi termini e strada spianata ai soliti blocchi. Col PD che si esalta per Bonaccini e Forza Italia che rispunta in Calabria
Data di pubblicazione: 2020-01-27 13:19:25
1
M5S in rivolta per la discarica a Valle Galeria, il sindaco con le spalle al muro scappa. E, come sempre, i Romani pagano l’incapacità della giunta grillina
Data di pubblicazione: 2020-01-05 10:27:40
2
La procedura di gara "a doppio oggetto", che prevede la creazione di una società a capitale misto pubblico-privato, è stata ritenuta legittima dai giudici amministrativi
Data di pubblicazione: 2020-01-18 19:35:52
3
Affermazioni incaute ma sostanzialmente fondate sulla pagina Facebook dell’Istituto. E nelle reazioni, a torto, domina lo scandalo
Data di pubblicazione: 2020-01-17 08:04:00
4
Maggioranza furiosa per il voto decisivo della presidente Casellati contro il rinvio. Ma la rabbia nasconde il terrore per il possibile trionfo leghista alle Regionali
Data di pubblicazione: 2020-01-18 09:18:44
5
Il Comune di Roma è ormai nel caos per la gestione dei rifiuti e la Regione Lazio si dice pronta a commissariare la Sindaca
Data di pubblicazione: 2020-01-04 16:02:58
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]