CRONACA
Chiara, parla il padre a Rai1: "Falcioni è un assassino"
Maurizio ha anche accusato di ipocrisia il padre di Falcioni e ha rimproverato alcuni giornali di aver scritto falsità

Un faccia a faccia a distanza tra il padre di Maurizio Falcioni e il padre di Chiara Insidioso Monda. E' quanto avvenuto questa mattina alla trasmissione Storie Vere in onda su Rai1. Nel programma condotto da Eleonora Danielle erano ospiti i genitori della 19enne mandata in coma (dal quale molto difficilmente uscirà) dal fidanzato dopo averla massacrata di botte, e prima delle loro dichiarazioni è stato mandato in onda un'intervista al padre del 35enne.

Gianfranco Falcioni ha usato parole durissime verso suo figlio: "Se gli sarà dato l'ergastolo - ha detto in lacrime - non me ne importerà niente. Avrei dovuto denunciarlo tante altre volte per i suoi comportamenti ma spesso un genitore tende a proteggere i propri figli. Ma lui non faceva altro che lavorare e spendere i soldi guadagnati in droga. Per giunta, già in passato era stato insieme con un'altra ragazza e picchiava anche lei. A questo punto mi auguro che il suo avvocato lo difenda fino a un certo punto perché se merita l'ergasotolo è giusto che venga condannato. A un certo punto ho pensato che mio figlio andasse ammazzato, comunque ora il mio pensiero è solo per Chiara".

Il padre di Chiara, Maurizio, non è rimasto per nulla impressionato dalle parole di Gianfranco Falcioni: "Non ho pietà - ha affermato - sono lacrime di coccodrillo. Questo signore mi ha minacciato di morte e, quando cercavo di riportare Chiara a casa, mi diceva che essendo maggiorenne doveva lasciare in pace il figlio perché era un bravo ragazzo. Un giorno mi disse 'Se ti incontro per strada mentre guido la mia macchina ti metto sotto'. Perciò si risparmi queste lacrime. Giustizia sarà fatta anche quando lui verrà coinvolto nel processo. Chiara viveva dentro casa sua quindi sapeva che cosa accadeva e non ha fatto altro che ostacolarci.  Io e il signor Falcioni abitiamo a 100 metri di distanza ma lui non si è fatto mai vedere e, come detto, per giunta mi minacciava".

Nel corso della trasmissione si è parlato, ovviamente, anche dell'udienza per il processo del 14 ottobre: "Ho avuto la possibilità - ha detto Maurizio Insidioso Monda - di vedere faccia a faccia questo assassino. Ha fatto finta di essere insano di mente e confuso ma poi mi ha guardato in faccia con lo sguardo minaccioso che era solito rivolgermi quando lo incontravo per strada. Se suo padre vuole l' ergastolo dovrebbe mettere avvocato di ufficio. Il suo legale è un mio vicino di casa, ci sta facendo causa di difesa ed è un dramma nel dramma perché era un amico di mio padre che ora è pagato dal Gianfranco Falcioni".

Il padre di Chiara ha voluto fornire alcune importanti precisazioni su alcuni fatti avvenuti nell'udienza dell'altro ieri, a suo avviso riportati in maniera scorretta e tendenziosa da alcune testate: "Fuori alla porta dell'aula - racconta Maurizio - erano presenti giornalisti di molte tv e quotidiani. Ci rincresce che molti di loro abbiano riferito di aggressioni e risse sfiorate in aula. Sono sconvolto per questo perché siamo persone per bene e sono state scritte falsità assurde. Addirittura c'è chi, come anche un importantissimo quotidiano romano, ha scritto di una tentata aggressione della sorella di Chiara a Maurizio Falcioni. Ma Chiara non ha una sorella! Hanno narrato un fatto relativo a una persona che non esiste: mi chiedo che modo è di fare giornalismo. L'unico fatto avvenuto realmente è il seguente: mia moglie ha avuto una crisi di nervi quando ha visto Falcioni".

Anche la mamma di Chiara, Danielle, era presente in studio. Alla signora è stato chiesto se volesse aggiungere qualcosa ma ha dichiarato di non sentirsi in grado di parlare. Bastava fissare per pochi secondi il suo sguardo per scorgere l'enorme dolore che soltanto una madre che rischia di perdere un figlio può comprendere. 


ARTICOLI CORRELATI
Lo sostiene il legale di Falcioni. Se la perizia psichiatrica lo confermerà, il 35enne potrà uscire dal carcere
La Sindaca si prende qualche ora di tempo e puntualizza con garbo. Ma senza rinunciare a un paio di frecciatine
Carlo Giovanardi: "I grillini se ne accorgono tardi, è dal 92 che la vita politica italiana è condizionata pesantemente dalla magistratura"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Il conducente dell'auto, un uomo di 34 anni, è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti tossicologici di rito
Data di pubblicazione: 2019-10-14 10:11:09
1
Secondo i primi elementi raccolti dalla Polizia Locale, non ci sono altri veicoli coinvolti
Data di pubblicazione: 2019-10-13 12:13:48
2
Un provvedimento che tocca una materia da sempre controversa, e interessa diverse città italiane meta dei turisti
Data di pubblicazione: 2019-10-13 14:12:12
3
Occupazione, Salario, Contratto e Articolo 18: Conad fa scena muta. Lo sciopero arriva dopo che è saltato l’accordo ex Auchan
Data di pubblicazione: 2019-10-14 07:36:58
4
Il conducente dell'auto, un uomo di 34 anni, è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti tossicologici di rito
Data di pubblicazione: 2019-10-14 10:11:09
1
A dare l'allarme sono stati alcuni dipendenti che al loro arrivo hanno trovato un cartello affisso sulla porta del locale in cui l'uomo avvisava di farla finita
Data di pubblicazione: 2019-10-04 10:54:37
2
La società "respingendo la ricostruzione dei fatti offerta dal programma, si riserva di tutelare le proprie ragioni nelle opportune sedi, anche giudiziarie"
Data di pubblicazione: 2019-10-10 15:31:08
3
Gli investigatori del commissariato Tuscolano, dopo un'intensa attività d'indagine sono riusciti a risalire alle generalità di tutti i componenti della baby-gang
Data di pubblicazione: 2019-10-05 17:07:59
4
Il giovane, che era a casa della fidanzata, è deceduto sul colpo
Data di pubblicazione: 2019-10-01 10:29:23
5
La giornalista e conduttrice tv si lamenta della bolletta ricevuta dall'Enel, scatenando un'aspra polemica sui Social sul caro bollette
Data di pubblicazione: 2019-10-05 19:06:51
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]