GITE SCOLASTICHE
I racconti di alcuni liceali romani in gita: 5 giorni tra alcol e droga
"A Lisbona ci siamo divertiti a rubare, intonare cori razzisti e fare graffiti sui muri. Di notte scappavamo dall'albergo, e i professori non si sono accorti di nulla"

Gite scolastiche, le confessioni choc di alcuni liceali romani. Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori di ECG, format in onda su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli studi Niccolò Cusano, hanno raccolto le testimonianze di alcuni ragazzi della Capitale, al quarto anno in un prestigioso istituto romano, reduci da un "viaggio di istruzione" a Lisbona.

Racconta Giorgio,il nome è di fantasia, 18 anni: "Il mio ultimo viaggio di istruzione è stato a Lisbona, a marzo. E' durato cinque giorni. Fin dal primo giorno si è capito che sarebbero stati giorni particolari. Stando in Portogallo nessuno capiva un cazzo, in giro per strada urlavamo bestemmie e altre cose, facevamo cori osceni, tipo "io ti violento e ti vengo dentro".

Il secondo giorno abbiamo iniziato a rubacchiare, abbiamo rubato circa 30 euro di souvenir. La sera siamo usciti, siamo andati in un pub e ci siamo ubriacati. Ero talmente ubriaco che rientrando in albergo ho iniziato a provarci con la mia professoressa, una sessantenne. Dicevo a tutti i miei compagni, "stasera me scopo la prof'".  

Il racconto viene condito di particolari anche da altri suoi compagni di classe: "Quando siamo andati a Sintra, sempre in Portogallo, abbiamo rubato una novantina di euro di souvenir, tra cui una stupenda spadina di legno. Ci siamo divertiti a rubare, abbiamo bevuto, ci siamo fatti tanti di quelle canne che siamo stati anche crepati".

Aggiunge Alessio, nome di fantasia, 18 anni: "Canne e alcol come se piovesse, bestemmie e cori razzisti in Italiano, tanto in Portogallo nessuno capisce un cazzo. I professori erano rincoglioniti, non si sono accorti di nulla. Droga e alcol ci hanno fatto impazzire, siamo stati casinisti al massimo, ma nei momenti giusti eravamo anche tranquilli, per non destare nessun sospetto. E' stato il viaggio d'istruzione più bello che abbiamo mai fatto, ne abbiamo fatti altri due, ma sono stati noiosi". 

Conclude Simone: "La cosa clamorosa è stata la stupidita dai professori. Uscivamo dall'Hotel di notte, andavamo a comprare la birra e il fumo. L'ultima sera siamo usciti dall'albergo, abbiamo preso un taxi e siamo andati in un altro hotel, dove c'era una classe in cui avevamo degli amici. Ci siamo ubriacati e drogati, siamo rientrati strafatti alle cinque di mattina". 

Ultimi particolari che i ragazzi "tengono" a sottolineare: "Abbiamo fatto scritte sui muri, graffiti. Però pochi. Sui mezzi viaggiavamo sempre a scrocco, tranne il primo giorno. Il tram costava un botto. Sesso? No, niente sesso. Ma quando ci sono droga e alcol, che vuoi di più?"


ARTICOLI CORRELATI
Sono un gruppo di professionisti di Roma: avvocati, commercialisti, accademici universitari, che vogliono risvegliare gli animi e le coscienze delle persone
La storia ha inizio nel 2011, nel Commissariato Fidene-Serpentara. A raccontarla è Oronzo Cosi ad ECG Regione Lazio
Su Facebook una pagina esilarante, i romani rispondono all'ISIS: "Se te prendi mi moje la croce ce l'hai te"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
1
Il corteo organizzato dai partigiani dell'Anpi partirà alle 9 da piazza caduti della Montagnola a Porta S. Paolo. La sindaca alle 8.40 sarà all'Altare della Patria
2
"Occorrono misure diverse per i detenuti anziani che, compatibilmente alla gravità del reato commesso, dovrebbero poter scontare la pena in altre strutture"
3
L'organizzatore: "E' stato fatto tutto in maniera assolutamente non invasiva: abbiamo amore verso la storia e verso la nostra Roma"
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]